QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

 

Ex allieva del Liceo "Antonio Gramsci" e iscritta alla Facoltà di Scienze della Formazione, Letizia Borrini ha partecipato a numerosi concorsi letterari vincendo dei premi fra cui il VI Premio di poesia "Firenze per Mario Luzi"; il Premio di poesia "Raffaello Cioni" XV edizione; la Giornata mondiale della poesia XIII edizione dedicata a poesie per ricordare: il 30° Concorso letterario nazionale giovanile "Roberto e Stefano Bertelli"; il Premio Nazionale di poesia inedita "Ossi di seppia" XXV edizione. Suoi componimenti sono pubblicati in A. Quasimodo, Poesie, Aletti editore.   

 

Fiori vitali
Piccoli batuffoli gialli, profumati,
allegri e vivaci,
svegliano da un sonno gelido
il mondo monocolore
che crede di essere unico.
Piccole donne danno volume
alle loro voci in piazza, in casa, a lavoro
sbocciano in un mondo silente
con forza e resilienza.
Letizia Borrini

 

Donna è
Donna è sinuosità e linearità,
donna è eleganza e naturalezza,
donna è dolcezza e autorevolezza,
donna è confidenza e libertà.
Letizia Borrini

 

Indistintamente tutti
Siamo,
indistintamente
unici.
Voi,
Loro,
Noi,
con la stessa possibilità
rendiamo giustizia
ai nostri pensieri,
alla nostra quotidianità.
Perché noi tutti
siamo,
e abbiamo bisogno di decidere e ricevere
gli stessi trattamenti.
Decisioni sulla vita
personale e amorosa,
genitoriale e familiare,
lavorativa e libera,
danno sfogo a pensieri
repressi per anni che emergono e scoppiano
in un mondo inerme.
Letizia Borrini

 

Credici, bambina
Tu Taci ora, non trovare scuse:
tranquilla, non sei troppo rotonda
e ti stanno bene i capelli appena sveglia,
non importa che metti la gonna,
un pantalone comodo che non rovina la forma.
Vesti la giacca, la camicia e il papillon,
va bene quello che hai, non ci piace Louis Vuitton,
tieni i capelli raccolti e tagliali quanto vuoi,
loro sono nessuno, quelli sono tuoi.
Mettiti in forma, esprimi i tuoi pensieri,
fallo oggi ancora meglio di ieri
perché tu sei donna con i tatuaggi
scritti d’inchiostro o indelebili nei ricordi,
perché tu hai stile, anche senza il fuggifuggi
di una moda che appena arrivi è già troppo tardi.
Gioca con macchine, passeggini e cucina,
corri, corri fino alla mattina
e non ti distrarre dalla vita degli altri,
pensa a quello che ti rende felice e portalo avanti,
cercheranno di cambiarti, ma tu rispondi:
“io sono bella così, non serve che mi affondi”.
Letizia Borrini

Accesso registro Famiglie

Biblioteca Diffusa

Orientamento

BES e DSA

Immagine Viaggi d'istruzione e scambi

Amici del Gramsci

Albo Sindacale 

Il Posto delle Fragole

Accesso Registro Docenti

PON 2014-2020

Sportello d'ascolto

Area Lingue Straniere

Corso Recupero

SOFIA

Il Gramsci e l'ambiente

Moldulistica

Offerta Formativa

Informatica e Digitale

Gramsci magazine

Esame di Stato

Gramsci e Territorio

Sicurezza

 

 

MUN

Notizie

No result.

 

Circolari

Privacy

Amministrazione Trasparente

Albo Pretorio