QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

La scuola non può fare a meno di recepire i temi dell’emergenza ambientale  e di fare proprio l’intento di sviluppare negli studenti una sensibilità ed una competenza che permettano di operare scelte consapevoli nella direzione della conservazione del patrimonio naturale e di scelte tecnologiche ecocompatibili.

Il Gramsci è un Liceo Scientifico, e come tale non può e non vuole limitarsi ad offrire ai ragazzi ricette di buon comportamento, che ormai abbondano dovunque e sono utili nell’immediato, ma non risolutive.

Viceversa il Liceo si propone di fornire spunti di riflessione interdisciplinare insieme con ampia e corretta informazione che permettano di raggiungere traguardi più durevoli e significativi, per offrire un patrimonio di conoscenze e competenze che si ritengono indispensabili per comprendere quali sono i problemi emergenti di oggi e come evolverà la società umana di domani.

Gli obiettivi che il Liceo si propone per i suoi alunni  possono essere riassunti come segue:

  1. possedere conoscenze scientifiche adeguate, che permettano di riconoscere effetti diretti ed indiretti dell’emergenza ambientale;

  2. comprendere le ragioni di tutti e di sviluppare una propria competenza in merito;

  3. sviluppare una forma mentale in grado di cogliere il problema e ricercare possibili soluzioni o alternative.

Questo è possibile tramite l’offerta della curvatura ambientale, ma anche progetti e laboratori, percorsi perle competenze trasversali e per l’orientamento, con il supporto di esperti del settore, anche in rete con altri istituti di Firenze e di altre regioni italiane. Vengono organizzate visite, viaggi e scambi che vedono l’ambiente punto di riferimento privilegiato.

 

ATTIVITA’ E PROGETTI

Raccolta differenziata

Incontri dei docenti con gli esperti (ALIA e Città metropolitana), formazione di studenti peer educators, incontri in forma di peer education con le classi di biennio. L’intento è riattivare negli studenti l’abitudine alla raccolta differenziata e alla tutela dell’ambiente scolastico, quale presa di coscienza della provenienza, del peso ecologico e del destino degli oggetti di uso quotidiano e di quanto il comportamento dei singoli possa incidere sui grandi numeri dell’accumulo di rifiuti e sul risparmio energetico.

Laboratori

Attività svolte con il supporto di enti ed esperti per approfondire tramite l’esperienza le conoscenze e promuovere la coscienza che l’ambiente in cui viviamo è un patrimonio inestimabile che ci viene consegnato dal passato e dobbiamo tutelarlo per il futuro:

  •  Laboratori didattici Ambientali del Parco Mediceo di Pratolino:

“La diversità: un approccio sistemico”

  • Progetto CSS - Comunità scolastiche sostenibili:

“Raccolta e smaltimento cellulari esausti”

 

 Analisi di casi

  • Analisi di un casi ambientali: l’Amazzonia, Australia

  • Il verde scolastico: proposte di valorizzazione

 

Adesione a reti

Adesione alla “Rete di scuole solidali” della provincia di Firenze con il progetto “La plastica e l’acqua: il caso dell’Arcipelago Toscano”.

 

Convegni

“Abitare la terra: la necessità di una rivoluzione culturale” –  28 novembre 2019