QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

“PATRIMONIO MONDIALE DELLA TOSCANA: UN RACCONTO CREATIVO”

 

Tra le attività promosse dal Ministero dei Beni e Attività Culturali e del Turismo nell'ambito della L. 77/2006 e mirate alla valorizzazione del patrimonio e alla promozione della sua conoscenza e della conseguente fruizione, la Regione Toscana ha ottenuto un finanziamento per la promozione e la valorizzazione dei siti regionali inseriti nella lista del patrimonio mondiale posti sotto la tutela dell'UNESCO: centri storici di Firenze e Siena, San Gimignano, Pienza, Val d’Orcia, Piazza dei Miracoli di Pisa, e il sito seriale “Ville e Giardini Medicei in Toscana” costituito da una serie di 14 ville e giardini della famiglia Medici e insignito dall’UNESCO della qualifica di “Sito Patrimonio dell’Umanità” nel 2013.

Nell’ambito di questo progetto, la società AEDEKA Srl (www.aedeka.com) ha ottenuto l’incarico di organizzare e gestire il programma di formazione. I corsi e i progetti propostisono gratuiti e si rivolgono a insegnanti, studenti, operatori pubblici e privati, associazioni e cittadini interessati alla scoperta del patrimonio culturale e della storia del nostro territorio.

“PATRIMONIO MONDIALE DELLA TOSCANA: UN RACCONTO CREATIVO” è un progetto dialternanza scuola-lavoro multidisciplinare dedicato a docenti e studenti delle scuole secondarie di secondo grado attraverso il quale i giovani potranno prendere coscienza del valore del patrimonio culturale e artistico presente nel proprio territorio, perfezionare le loro competenze storico artistiche e comunicative ed entrare in contatto con specifiche professionalità del mondo dei beni culturali. Gli studenti verranno coinvolti in un percorsodidattico dentro e fuori l’aula e dovranno elaborare un percorso guidato creativo all’interno di uno dei siti toscani patrimonio mondiale da proporre ad un'altra classe, ricambiando poi la visita nel contesto di uno scambio culturale

Il progetto è costituito da una parte teorica e una parte pratica. La parte teorica prevede 3 incontri di formazione con esperti distribuiti in 2 mattinate e comprensivi di un’uscitapreparatoria al sito (centro storico di Firenze). Tali incontri saranno svolti in modo sempre interattivo con il coinvolgimento dei partecipanti, integrando i principi della peer education e dell’experiential learning e comprenderanno la preparazione di percorsi didattici creativi da svolgere in piccoli gruppi. Ad integrazione sono previste delle attività di approfondimento e rielaborazione dei contenuti da svolgere a casa e a scuola conl’aiuto dei docenti referenti del progetto. La parte pratica prevede 3 sessioni: una dedicata alla verifica del percorso didattico creato (che può essere fatta in classe opresso il sito), una in cui i ragazzi ospitano un’altra classe accompagnandoli nel percorso ideato e un’ultima uscita in cui i ragazzi ricambieranno la visita e si faranno guidare alla scoperta di un altro sito patrimonio mondiale (Piazza dei Miracoli a Pisa).

Il progetto si pone la finalità di promuovere iniziative culturali e formative che integrino lo studio in classe sui temi dell’arte e della storia ed educare a una “cittadinanza attiva”.

Gli obiettivi che s’intendono raggiungere sono i seguenti:

  •   sviluppare le competenze chiave di Cittadinanza e Costituzione;

  •   sensibilizzare sul valore del patrimonio culturale e artistico presente nel proprio

    territorio;

  •   valorizzare il “fare sul campo”, cioè l’aspetto concreto dello studio e della cultura;

  •   sviluppare la creatività e le capacità di comunicazione e di relazione con gli altri;

  •   promuovere potenziali collaborazioni tra scuole afferenti a territori diversi;

  •   promuovere l’utilizzo delle nuove tecnologie come possibile strumento educativo

per arricchire l’esperienza degli alunni e coinvolgerli in modo interattivo.

OPEN DAY MUSEO DEL CALCIO E CENTRO TECNICO FEDERALE DI COVERCIANO

 

ùTra le manifestazioni promosse annualmente dalla F.I.G.C., a livello nazionale viene svolta una giornata aperta al pubblico e dedicata a far conoscere le attività della Federazione Calcio.

A Firenze l'OPEN DAY si è svolto sabato 30 marzo 2019, giornata nella quale il Centro Tecnico Federale e il Museo del Calcio si sono aperti alla cittadinanza organizzando tour ed esibizioni sportive.

Un gruppo di studenti del Liceo ha partecipato alla manifestazione collaborando con lo staff del Centro Tecnico nello svolgimento della giornata, dopo aver effettuato una adeguata attività formazione.

Il progetto si pone la finalità di promuovere iniziative culturali e formative che integrino lo studio in classe delle Scienze motorie e sportive e di educare a una “cittadinanza attiva”.

Obiettivi del percorso:

  • sviluppare le competenze chiave di Cittadinanza e Costituzione;

  • sensibilizzare sul valore del patrimonio culturale e sportivo presente nel proprio territorio;

  • valorizzare il “fare sul campo”, cioè l’aspetto concreto dello studio e della cultura;

  • sviluppare la creatività e le capacità di comunicazione e di relazione con gli altri.

LEONARDO RICCI 100. SCRITTURA, PITTURA E ARCHITETTURA 100 NOTE A MARGINEDELL’ANONIMO DEL XX SECOLO

 

In occasione del centenario della nascita di Leonardo Ricci, personalità di spicco nel panorama architettonico italiano del secondo dopoguerra, il Comitato Nazionale a lui dedicato, supportato da diversi enti e istituzioni nazionali e internazionali, promuove la mostra LEONARDO RICCI 100. Scrittura, pittura e architettura: 100 note a marginedell’Anonimo del XX secolo presso l’ex-refettorio di Santa Maria Novella a Firenze.

La mostra è scandita dall’andamento dei capitoli del suo “Anonimo del XX Secolo”, libro di respiro esistenzialista pubblicato a New York nel 1962: «non un libro dotto per specializzati ma aperto a tutti». Per questo motivo anche ilpercorso espositivo segue la logica del discorso “aperto”, invitando a una lettura inclusiva in cui le trame delle diversediscipline si manifestano in maniera semplice e comunicativa.

Il progetto di formazione rivolto agli studenti ne prevede il coinvolgimento attivo nella conduzione di visite guidate alla mostra in oggetto con lo scopo di:

  • -  offrire un’esperienza conoscitiva e educativa su Leonardo Ricci e la sua opera architettonica, artistica, culturalee intellettuale;

  • -  stimolare il senso di responsabilità nei confronti del patrimonio artistico, culturale e architettonico, sia inmostra, che della sede stessa in cui si tiene l’esposizione;

  • -  favorire la conoscenza delle professioni legate allo studio, tutela e conservazione del patrimonio artistico e architettonico del Novecento;

  • -  stimolare l’acquisizione di competenze specifiche in ambito culturale e comunicativo per la promozione del patrimonio artistico e architettonico del Novecento.

INVITO ALLA MUSICA

 

Attraverso l’inserimento nella struttura ospitante della Fondazione Orchestra Regionale Toscana e la partecipazione al Percorso "Invito alla Musica" lo studente avrà la possibilità di maturare proprie competenze in una situazione formativa, legata alle fasi dell'organizzazione e comunicazione dell'evento musicale, nella fattispecie un concerto, e che terrà conto anche dei seguenti obiettivi educativi “trasversali”:

contribuire alla conoscenza del teatro musicale;
socializzare con l’ambiente (ascoltare, vedere, apprendere, collaborare); riconoscere ruoli e competenze professionali diverse;
partecipare alle fasi di promozione di un evento con lo studio e la ricerca nel settore musicale; raggiungere competenze comunicative, relazionali e professionali;
arrivare ad avere competenze operative legate all'abilità di scrittura divulgativa e alla gestione sulla rete di eventi;
capire la complessa macchina musicale;
ampliare i propri orizzonti artistico-culturali.
Questa esperienza di ASL presso la Fondazione Orchestra Regionale Toscana si caratterizza per la partecipazione attiva, e in loco, alla organizzazione, comunicazione e promozione di un concerto in un contesto di grande rilievo culturale. Un'opportunità che consentirà agli studenti di capire, conoscere e partecipare al complesso lavoro che sta dietro la realizzazione di un concerto.

IL CIELO COME LABORATORIO

 

Il progetto consiste in lezioni frontali e di laboratorio con l’uso di software specifici, tenute da do- centi del Dipartimento di Astronomia dell’Università di Firenze e da dipendenti dell’Osservatorio di Arcetri presso la sede del Liceo, una visita guidata presso l’osservatorio di Arcetri e una visitaall’interferometro Virgo. Al termine delle lezioni un test seleziona gli studenti partecipanti alle vi- site agli osservatori di Asiago e Loiano, in collaborazione con l’università di Padova e Bologna.

Finalità:

  • -  sollecitare e mantenere vivo nei ragazzi il desiderio di conoscere da vicino l’Universo che ci

    circonda, potenziando l’insegnamento dell’astronomia e dell’astrofisica;

  • -  avvicinare gli studenti degli ultimi anni della scuola secondaria superiore alle conoscenze di fisica

    avanzata e al loro utilizzo nella moderna ricerca astrofisica;

  • -  permettere agli studenti, tramite il contatto diretto con l’ambiente della ricerca, di fare esperienze

    di astrofisica, utilizzando gli strumenti dei professionisti.

    La metodologia adottata è volta a creare un ambiente di apprendimento in cui i ragazzi sono prota- gonisti ed è fortemente interdisciplinare, in quanto i contenuti astronomici sono strettamente colle- gati a quelli di Fisica, Chimica e Matematica dei corsi curriculari. La Fisica, insieme alla Matemati- ca e alla Chimica, fornisce lo strumento interpretativo per una valutazione quantitativa dei fenome- ni, con l’obiettivo comune di ricercare nuove metodologie e nuove didattiche per affrontare disci- pline complesse.